Fischi e contestazioni dalla platea dell’assemblea di Confcommercio all’indirizzo del ministro dello sviluppo Flavio Zanonato

Fischi e contestazioni dalla platea dell’assemblea di Confcommercio all’indirizzo del ministro dello sviluppo Flavio Zanonato nel momento in cui passa a parlare dell’aumento dell’Iva. “Vorrei essere qua per dire che non la aumenteremo ma non è che non voglio, non lo non posso al momento fare”, ha detto. Applausi invece al ministro nel passaggio sul “paradosso” dell’Imu applicata agli immobili strumentali. “Nel declino dell’Italia non vi è nulla di ineluttabile. Non siamo vittime di un destino cinico e baro. Scontiamo invece scelte sbagliate e scelte mancate. Oggi però non possiamo più permetterci né le prime né le seconde”. Lo afferma il presidente della Confcommercio Carlo Sangalli parlando all’assemblea dell’organizzazione. L’aumento dell’Iva ”va scongiurato tempestivamente, con un approccio davvero senza se e senza ma” chiede Sangalli che all’assemblea dell’associazione, aggiunge: ”L’impatto di questo aumento su consumi, crescita e occupazione sarebbe davvero benzina sul fuoco ancora ardente della recessione”. “Comprendiamo i fischi all’assemblea di Confcommercio rivolti al ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, per le sue affermazioni sull’Iva: ‘Non posso dire che siamo in grado di farlo’. I governi servono per governare e non per testimoniare l’impotenza, o per produrre incertezza”. Lo afferma Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl, ricordando che servono meno di due miliardi di euro e che è possibile trovare copertura “Stiamo lavorando per trovare soldi per evitare l’aumento dell’Iva. Sarà faticoso ma il Governo sta lavorando, a cominciare dal ministro dell’Economia Saccomanni”. Lo scrive in un tweet il vicepremier Angelino Alfano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: