I ragazzi debbono essere educati ad affrontare le sfide, a non pensare che la vita e’ ”un’autostrada senza ostacoli”.

I ragazzi debbono essere educati ad affrontare le sfide, a non pensare che la vita e’ ”un’autostrada senza ostacoli”. Ma tutti dobbiamo imparare a prendere ”decisioni definitive” senza adagiarci nella provvisorieta’ ”come se desiderassimo rimanere adolescenti”. Papa Francesco, alla fine del Rosario a Santa Maria Maggiore, richiamando Maria, la madre di tutti, dice quello che fa una mamma per far star bene i figli. E la via non e’ quella di assecondarli nella ”pigrizia” o nella ”vita comoda”. Papa Francesco torna a sottolineare l’importanza di ”vivere con responsabilita”’ di ”tendere sempre piu’ in alto”. Il pontefice ribadisce la sua attenzione per i giovani. Il Primo Maggio, parlando della disoccupazione, li aveva spronati a prendere la vita nelle proprie mani. ”Non abbiate paura del futuro”, ha detto gia’ piu’ volte in questi giorni.E oggi ha ammonito: ”Chi non sa affrontare le sfide mettendosi in gioco e’ senza spina dorsale”. E oggi partendo dal Rosario, la preghiera mariana per eccellenza, dice quello che fa, o deve fare, una mamma per il bene dei suoi figli. E questo, per esempio, e’ anche dire loro che la liberta’ ”non e’ fare tutto cio’ che si vuole”, ”buttare tutto cio’ che non piace dalla finestra”. Ma il monito e’ generale perche’ la sindrome di Peter Pan, quella di non voler crescere e di non prendere ”le” decisioni della vita, riguarda un po’ tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: