Il capo dello Stato Giorgio Napolitano è stato rieletto con 738 voti

Il capo dello Stato Giorgio Napolitano è stato rieletto con 738 voti. E’il risultato ufficiale letto dalla presidente della Camera Laura Boldrini. “Nella consapevolezza delle ragioni che mi sono state rappresentate, e nel rispetto delle personalità finora sottopostesi al voto per l’elezione del nuovo Capo dello Stato, ritengo di dover offrire la disponibilità che mi è stata richiesta. Naturalmente, nei colloqui di questa mattina, non si è discusso di argomenti estranei al tema dell’elezione del Presidente della Repubblica. Mi muove in questo momento il sentimento di non potermi sottrarre a un’assunzione di responsabilità verso la nazione, confidando che vi corrisponda una analoga collettiva assunzione di responsabilità”. Lo afferma il presidente della Repubblica in una nota diffusa dal Quirinale. GIURAMENTO NAPOLITANO LUNEDI’ ALLE 17.OO – Il giuramento di Giorgio Napolitano si svolgerà lunedì prossimo alle ore 17.00. La cerimonia avviene a Montecitorio alla presenza dei Grandi elettori. 217 VOTI A RODOTA’, APPLAUSI M5S E CENTROSINISTRA – Stefano Rodotà ottiene 217 voti. Quando la presidente della Camera Laura Boldrini annuncia l’esito della votazione scatta un applauso da parte del M5S e di tutto l’emiciclo di Montecitorio. Alcuni grillini scandiscono “Rodotà, Rodotà”. PRODI, I MIGLIORI AUGURI A GIORGIO NAPOLITANO – “Gli faccio veramente i miei migliori auguri”. Con queste parole Romano Prodi ha commentato la rielezione di Giorgio Napolitano alla Presidenza della Repubblica . BERLUSCONI, GRAZIE NAPOLITANO PER GENEROSITA’ – “Oggi è una giornata importante per la nostra Repubblica. Ringrazio il Presidente Giorgio Napolitano per lo spirito di servizio e per la generosità personale e politica con cui ha accettato di proseguire il suo impegno e la sua opera in un contesto tanto difficile e incerto”: così Silvio Berlusconi in una nota. BARROSO, CON NAPOLITANO AVANTI CON UE – “Sono certo che sotto la sua nuova presidenza l’Italia, nel solco della sua tradizione europeista, continuerà a dare il suo decisivo contributo al nostro comune ideale europeo”: Così il presidente della Commissione Ue, José Manuel Barroso, congratulandosi per l’elezione di Giorgio Napolitano a Capo dello Stato. IN AULA CORI CONTRO M5S, BUFFONI BUFFONI – “Buffoni, buffoni”: alcuni Grandi elettori così si sono rivolti agli esponenti del M5S che sono rimasti seduti senza applaudire durante la standing ovation dell’Aula della Camera per la rielezione del Capo dello Stato. CEI, PESANTI RESPONSABILITA’, LE SIAMO VICINI – La Cei, alla rielezione di Giorgio Napolitano, gli esprime le sue “felicitazioni”. “Nel farLe sentire la nostra vicinanza e partecipazione avvertiamo il peso della responsabilità che l’incarico conferitoLe porta con sé, specialmente in quest’ora della storia”, scrive in un messaggio la presidenza della Conferenza Episcopale Italiana. GRILLO CHIAMA PIAZZA, IN MILIONI A ROMA – “Il M5S da solo non può però cambiare il Paese. E’ necessaria una mobilitazione popolare. Sarò davanti a Montecitorio stasera. Rimarrò per tutto il tempo necessario. Dobbiamo essere milioni. Non lasciatemi solo o con quattro gatti. Di più non posso fare. Qui o si fa la democrazia o si muore come Paese”. Lo scrive Beppe Grillo sul suo blog. GRILLO, E’ IN ATTO UN COLPO DI STATO – “Ci sono momenti decisivi nella storia di una Nazione. Oggi, 20 aprile 2013, è uno di quelli. E’ in atto un colpo di Stato. Pur di impedire un cambiamento sono disposti a tutto. Sono disperati. Hanno deciso di mantenere Napolitano al Quirinale”. Lo scrive Beppe Grillo sul suo blog. RODOTA’, SONO CONTRARIO A ‘MARCIA SU ROMA’ – “Io sono contrario a qualsiasi marcia su Roma”. Lo ha detto Stefano Rodotà a Bari. BERLUSCONI, M5S E’ MOVIMENTO SENZA DEMOCRAZIA – “Se ne vedono di tutti i colori, adesso anche la comica marcia su Roma di Grillo e del suo fascismo buffo. Una farsa che fa ridere, ma che deve anche farci riflettere sui possibili sviluppi di questo movimento senza democrazia”. Lo ha detto Silvio Berlusconi, secondo una nota di Palazzo Grazioli. VENDOLA, SEL A OPPOSIZIONE GOVERNISSIMO – “Noi siamo ontologicamente all’opposizione” di un ‘governissimo’ che nascesse dopo la rielezione di Napolitano al Quirinale. Lo dice Nichi Vendola, leader di Sel, in conferenza stampa. “Sta vincendo l’ipotesi restauratrice rispetto a quella riformista”, sottolinea. “Difficile non cogliere che Silvio Berlusconi è il vero vincitore di questa partita perché esce fuori forte l’ipotesi di un governo di larghe intese che noi contrasteremo perché sarà una sciagura per il Paese”. Così Nichi Vendola, leader di Sel, nel confermare il voto per il Colle a Stefano Rodotà. O.ROMANO, VERA RISORSA CONTRO CRISI POLITICA – “E’ ancora una volta Giorgio Napolitano la vera risorsa della Repubblica, quella necessaria per tirare fuori l’Italia da una crisi politica e istituzionale senza precedenti che ora dopo ora si stava sempre più complicando”. Così L’Osservatore Romano accoglie l’accordo sulla rielezione di Napolitano. RODOTA’, GRANDE DIFFICOLTA’ SISTEMA PARTITI – “Il sistema dei partiti è in grande difficoltà”. Lo ha detto a Bari il giurista Stefano Rodotà, commentando le scelte politiche fatte sull’elezione del Presidente della Repubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: