Bersani vince le primarie!

Dopo 45 giorni di campagna elettorale, ci sono voluti meno di 20 minuti per capire che Pier Luigi Bersani aveva vinto le primarie e anche con un risultato tondo che gli permette la piena legittimazione che lui voleva. Alle 20,20 Matteo Renzi, arrivato al ballottaggio superando anche il leader di Sel Nichi Vendola, ammette con un tweet la sconfitta: “Era giusto provarci, è stato bello farlo insieme”. Il sindaco di Firenze, come garantito ieri, non ha gridato ai brogli anche se per tutta la giornata i renziani hanno polemizzato per alcune difficoltà ai seggi, in particolare in Toscana e a Roma. 21:34 – RENZI, VITTORIA BERSANI NETTA – “Ho appena chiamato Bersani per fargli i complimenti. E’ stata una vittoria netta, complimenti e in bocca al lupo, nessuna regola diversa avrebbe potuto mettere in discussione”, questo risultato. Lo ha detto Matteo Renzi commentando il voto di oggi. 21:30 – RENZI TELEFONA A BERSANI, CONGRATULAZIONI – Il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, ha telefonato al segretario del Pd e vincitore delle primarie, Pier Luigi Bersani per complimentarsi. “Hai vinto – ha detto Renzi durante la telefonata definita cordiale – congratulazioni”. 21:27 – MATTEO RENZI ARRIVA A COMITATO, APPLAUSI – Matteo Renzi è arrivato al Comitato elettorale alla Fortezza da Basso di Firenze e decine di sostenitori lo stanno applaudendo insistentemente, mentre viene seguito da fotografi e telecamere. Renzi parlerà dal palco del teatrino Lorenese. 21:19 – CASINI,SONO UN VALORE; COMPLIMENTI A SFIDANTI – “Complimenti a Bersani e anche a Renzi: la competizione democratica è sempre un valore”. Lo scrive il leader Udc Pier Ferdinando Casini su Twitter. 21:14 – PRIMI DATI, DELUSIONE AL COMITATO DI RENZI – Volti seri e un po’ di delusione al comitato di Matteo Renzi, riunito alla Fortezza da Basso, dove sullo schermo vengono proiettati in continuo aggiornamento i risultati del ballottaggio che, alle 21, vedono il sindaco di Firenze ottenere il 41,6% dei consensi contro il 58,4% di Bersani. Collaboratori e volontari commentano i primi dati rimandando al termine dello spoglio, ma non nascondono il dispiacere per il responso delle urne che si va profilando. Intanto, in attesa di Renzi che ha dato appuntamento ai suoi per le 21.30, i presenti mangiano panini con salame e prosciutto, e prendono posto nella platea del Teatrino Lorenese. Fra gli esponenti renziani di maggior spicco presenti alla Fortezza, il coordinatore della campagna elettorale Roberto Reggi, e il direttore commerciale della Rai Luigi De Siervo. 21:05 – DATI A META’ SPOGLIO, BERSANI 60,8, RENZI 39,1 – Quando lo spoglio è arrivato alla metà, circa 4686 seggi, Pier Luigi Bersani ha il 60,8 per cento e Matteo Renzi il 39,1 per cento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: