Piazza Affari corre al fianco dei principali listini europei

Piazza Affari corre al fianco dei principali listini europei, trainati dalla mossa della Fed a sostegno dell’economia Usa. E così la borsa di Milano chiude in deciso rialzo. Il Ftse Mib ha guadagnato il 2,34% a 16.624 punti. SPREAD BTP CHIUDE IN CALO A 331 PUNTI – Lo spread tra il Btp e il Bund tedesco chiude la settimana in calo a 331 punti base da 345 punti di ieri. Il tasso sul decennale si attesta al 5,017%. Il differenziale della Spagna archivia la seduta a 407 punti base col tasso sui Bonos al 5,78%. MONTI-MERKEL: ‘SETTIMANA MOLTO POSITIVA PER L’EUROPA’ – “La settimana trascorsa è stata molto positiva per l’Europa”, è la valutazione congiunta del premier Mario Monti e della Cancelliera tedesca Angela Merkel. Riportata in una nota di Palazzo Chigi che riferisce di una telefonata tra i due leader europei. “Un’evoluzione positiva è stata riscontrata circa la consapevolezza da parte dell’opinione pubblica europea che soluzioni all’attuale crisi finanziaria devono emergere da una più intensa cooperazione nell’ambito europeo”, si legge ancora nella nota. DRAGHI: ‘RISULTATI POSITIVI DOPO ANNUNCIO PIANO BCE’ -E’ “difficile dire” quanto durerà l’effetto positivo sui mercati dopo l’annuncio della Bce di poter procedere ad acquisti dei titoli di stato ma “c’è una lunga strada ancora da fare”. Lo afferma il presidente Bce Mario Draghi secondo cui ora si vedono i primi effetti “del ristabilimento della politica monetaria”. Quanto all’attivazione del piano anti-spread, ribadisce, esso richiede “strette ed efficaci condizioni”. L’Europa sta già vedendo “positivi risultati” dall’annuncio della Banca centrale europea di essere pronta ad acquisti illimitati di titoli pubblici emessi da paesi dell’eurozona, dichiara Draghi, in una intervista al giornale tedesco Suddeutsche Zeitung. Draghi ammette di dover ancora lavorare per convincere alcuni in Germania. Intanto, lacommissione Europa del parlamento tedesco lo ha invitato per un’audizione. Lo ha reso noto il presidente dalla stessa commissione, Gunther Krichbaum, precisando che non è ancora stata fissata una data. GRILLI: ‘PER ITALIA NO BISOGNO NUOVO PIANO MISURE’ – “Di Italia non se ne è parlato comunque noi abbiamo già un piano di scadenze ben dettagliato per cui ora non c’è ulteriore bisogno anzi quello che dobbiamo fare è impegnarci continuamente per portarlo a termine”. Lo afferma il ministro dell’Economia Vittorio Grilli a chi gli chiede se occorra presentare un nuovo piano di misure. “La congiuntura economica mondiale ed europea resta difficile ma ora” in Europa ci sono gli strumenti “per una gestione ordinata”, aggiunge Grilli. JUNCKER: ‘DECISIONE SU GRECIA SECONDA META’ OTTOBRE’ – L’Eurogruppo discuterà del rapporto della Troika sulla Grecia l’8 di ottobre, nella riunione di Lussemburgo, ma prenderà le sue decisioni non prima della “seconda metà di ottobre”. Così il presidente dell’Eurogruppo Jean-Claude Juncker. REHN: ‘ITALIA E SPAGNA IN BUONA DIREZIONE’- L’Italia e la Spagna ”hanno preso azioni molto determinate. Non c’e’ spazio per compiacimento, ma rispetto a sei mesi fa si sta andando nella buona direzione”. Così il commissario Ue Olli Rehn, al termine dell’Eurogruppo. PRODUZIONE INDUSTRIA USA -1,2%, CALO MAGGIORE DA 2009 – La produzione industriale americana è calata in agosto dell’1,2%. Si tratta del calo maggiore da oltre tre anni, per la precisione dal marzo del 2009. Lo comunica la Fed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: