La Banca centrale europea è pronta a fare tutto il necessario per difendere l’euro

Mario Draghi annuncia che la Banca centrale europea è pronta a fare tutto il necessario per difendere l’euro, ed i mercati rispondono con forti guadagni in borsa e con un’immediata riduzione degli spread per Italia e Spagna. Parlando a Londra, Draghi ha definito irreversibile la scelta per la moneta unica ed ha escluso l’uscita di qualsiasi paese dall’eurozona. Immediata la discesa dei rendimenti dei titoli italiani e spagnoli: lo spread fra Btp italiani e Bund tedeschi, che aveva aperto a 513. Lo spread tra Btp italiani e Bund tedeschi si amplia a 480 punti base con il rendimento del Btp decennale al 6,1%. Il differenziale tra i Bonos spagnoli e i Bund è a 565 punti base e il rendimento al 6,96% Chiusura in rialzo per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha guadagnato il 5,62% a 13.210 punti. In rialzo anche Madrid (+5,66%), Parigi (+3,93%) e Francoforte (+2,81%). Dopo l’annuncio di Mario Draghi sull’intenzione della Bce a “fare tutto il possibile” per salvare l’euro, e con il balzo di Wall Street, favorita anche da alcuni dati Usa, corrono banche ed assicurazioni. Santander guadagna il 10%, Bbva il 9,31%, Credit Agricole l’8,76% e Intesa Sanpaolo l’8,47%. Bene anche Generali (+7%) VENDUTI 2,5 MLD CTZ, TASSO A MASSIMI – Il Tesoro ha venduto 2,5 miliardi di euro di Ctz maggio 2014, raggiungendo l’importo complessivo, pagando un tasso del 4,86% (4,712% il mese scorso), ai massimi da novembre. TOKYO CHIUDE IN RIALZO, +0,92% – La Borsa di Tokyo ha chiuso con un rialzo dello 0,92%: l’indice Nikkei segna 8.443,10 punti. ASIA IN RIALZO, MERCATI PUNTANO SU STIMOLI A ECONOMIA – Borse asiatiche nel complesso al rialzo. Dopo alcuni indicatori economici più deboli del previsto, sui mercati stanno prendendo piede le attese di un intervento da parte delle banche centrali a sostegno della crescita. L’euro intanto si è indebolito dopo che uno studio di Citigroup, riferisce Bloomberg, ha dato per quasi certa l’uscita della Grecia dall’unione monetaria. L’attesa dei mercati è in particolare per la riunione del comitato di politica monetaria della Fed del 31 luglio e del primo agosto, mentre per Bce e Banca d’Inghilterra l’appuntamento è atteso all’indomani. Tra le singole blue chip dell’area, balzo per Olympus corp (+10%), dopo che il produttore giapponese di apparecchiature medicali Terumo ha proposto una fusione con la nota casa di macchine fotografiche. Balzo dell’11% per la compagnia aerea Qantas, dopo che l’Australian Financial Review ha riferito di piani avanzati per creare un’alleanza a lungo raggio con Emirates Airline. Sempre nel mondo delle macchine fotografiche, poi, c’é da registrare il tonfo del 6,9% segnato da Canon, dopo che ha ridotto le attese sugli utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: