FMI: Italia ha un’agenda ambiziosa

L’Italia ha avviato “un’agenda ambiziosa per garantire la sostenibilità e promuovere la crescita”. Ma “nonostante questi sforzi di consolidamento resta vulnerabile al contagio” per via della crisi dell’eurozona, con gli spread che “restano elevati”. Lo afferma il Fmi nell’Article IV sull’Italia. ITALIA FUORI RECESSIONE IN 2013,MA AVANTI RIFORME – Il Fmi si attende che l’economia italiana “emerga dalla recessione all’inizio del 2013”, mentre continuerà a contrarsi nel corso di quest’anno “a causa del consolidamento di bilancio, della stretta delle condizioni finanziarie e del rallentamento globale”. Ma “senza le riforme – si avverte – la crescita potenziale resterà debole”. “Le banche italiane continuano a contare pesantemente sul sostegno finanziario dell’Eurosistema”. E per resistere alla crisi “devono mantenere livelli di capitale e di liquidità adeguati”. Lo afferma il Fmi, per il quale le banche “hanno rafforzato la loro posizione con progressi che variano da banca a banca” SPENDING REVIEW E’ PASSO IN GIUSTA DIREZIONE – Il Fmi promuove la ‘spending review’. “Il recente pacchetto di tagli alle spese annunciato dal governo italiano – afferma – è un passo nella giusta direzione”. “I piani di bilancio a breve termine – spiega – sono fondamentali per la sostenibilità, ma può essere fatto di più nel medio termine per rafforzare le prospettive”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: