Fmi pone attenzione sul rischio longevità

Le aspettative di vita si allungano, ma le implicazioni finanziarie del vivere più a lungo sono ampie: se nel 2050 la vita media si allungherà di 3 anni rispetto alle attese attuali, i costi già ampi dell’invecchiamento della popolazione aumenteranno del 50%. Lo afferma il Fmi parlando del rischio longevità. Allungamento dell’età per il pensionamento, contributi più elevati e riduzione dei benefit. Questa la combinazione, secondo il Fondo Monetario Internazionale (Fmi), per compensare gli effetti finanziari del rischio longevità. I governi devono mettere in atto metodi per condividere il rischio anche con il settore privato, promuovere la crescita dei mercati per condividere il rischio e offrire una migliore informazione sulla longevità e una migliore educazione finanziaria. SALE DOMANDA ASSET SICURI, MA CE NE SONO MENO – L’incertezza, le riforme delle regole, la crisi hanno fatto balzare la domanda di asset sicuri (fra i quali i Treasury Usa, i bund tedeschi e forse i bond societari).Ma la capacità del pubblico e del privato di crearli é diminuita,con rischi per la stabilità del sistema. L’Fmi vede entro il 2016 una riduzione di 9000 miliardi di dollari.

Un pensiero riguardo “Fmi pone attenzione sul rischio longevità

  • 11 aprile 2012 in 20:29
    Permalink

    Il miglioramento della qualità di vita su cui si stava lavorando da anni ha portato all’elevazione del rischio della longevità. E’ un rschio che va affrontato subito per il bene del Paese. I governi lo avevano già previsto e si sono immediatamente attivati. Primo passo: tagli alla sanità.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: