Disagi al Sud per il maltempo

Una nave cisterna si e’ incagliata sugli scogli a causa del maltempo a Santa Panagia, una contrada periferica sita a nord-ovest di Siracusa. La nave ”Gelso M” era diretta ad Augusta. Sul posto sono intervenuti motovedette della guardia costiera e due elicotteri. La “Gelso M” si trova inclinata sul fianco sinistro con la prua in direzione Siracusa, a pochi decine di metri dalla riva. L’incidente avvenuto alla nave cisterna ‘Gelso M’ potrebbe essere stato causato da un errore di rotta: con il mare forza 8 e il vento a 40 nodi, l’imbarcazione non avrebbe dovuto navigare così vicino alla costa. L’evacuazione dei 19 membri dell’equipaggio – a quanto riferiscono fonti legate ai soccorritori – sta avvenendo con l’intervento di alcuni elicotteri. La sala macchine della nave é completamente allagata mentre non vi è stata fuoriuscita di carburante, dal momento che l’imbarcazione, proveniente da Marghera, avrebbe dovuto fare rifornimento ad Augusta. Il ministero dell’Ambiente, tuttavia, è già stato allertato per monitorare la situazione in relazione al rischio di inquinamento del litorale. Sulla nave incagliata, che è vuota, vi sono 19 componenti dell’equipaggio che si trovano ancora a bordo. La nave ha una stazza lorda di oltre 11 mila tonnellate, é lunga 14 metri e larga 22. Nel registro nautico risulta di proprietà di un armatore di Augusta. VENTO A CASERTA, GIU’ ALBERI, SEMAFORI A RISCHIO – Alberi abbattuti e semafori pericolanti: sono le conseguenze della scorsa notte a Caserta, spazzata da un forte vento. Un grosso albero si è adagiato sul pozzo comunale in via Rossini, ma l’impianto per l’erogazione dell’acqua nella zona non ha riportato danni. Domani mattina l’albero dovrebbe essere rimosso. In piazza Mercato molti rami si sono staccati dai tronchi mentre all’incrocio tra via Passionisti e viale Douhet un semaforo rischia di cadere sulla sede stradale. SCUOLE CHIUSE IN SICILIA ORIENTALE – Scuole chiuse nella Sicilia Orientale a causa del previsto peggioramento delle condizioni meteo e dopo gli avvisi emanati dalla Protezione Civile regionale. Dopo le ordinanze emanate dai sindaci di Ragusa, Siracusa e Catania, il provvedimento è stato adottato da sindaci di molti comuni delle tre province. Sono due gli avvisi emanati dalla Protezione Civile regionale: uno riguarda le avverse condizioni meteo che si prevedono sulla Sicilia, per 24-36 ore, precipitazioni diffuse e persistenti, anche di carattere di rovescio o temporale, particolarmente intense sul settore sud orientale. Si prevede inoltre frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Per 24-36 ore si prevedono venti di burrasca o burrasca forte da nord-est fino a tempesta sui settori meridionali ed orientali e forti mareggiate lungo le coste esposte. Il secondo avviso riguarda “l’elevata criticità” per rischio idrogeologico in varie zone del territorio regionale, con dichiarazione della fase di preallarme e “moderata criticità” per rischio idrogeologico è prevista in altre zone, per le quali viene dichiarata la fase di “attenzione”. Sia il per il rischio meteo che per il rischio idrogeologico sono state attivate le procedure dei piani di protezione civile. PROTEZIONE CIVILE, ANCORA TEMPORALI AL SUD – Una nuova perturbazione di origine africana interesserà le regioni meridionali determinando condizioni di spiccato maltempo. Lo indica la Protezione civile che ha emesso un nuovo avviso di avverse condizioni meteo. Dalle prime ore di oggi previste precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia, con particolare intensità sul settore sud-orientale e sulla Calabria, soprattutto sui settori meridionali e ionici. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Inoltre si prevedono venti di burrasca da nord-est su Sicilia, con raffiche fino a tempesta sui settori meridionali ed orientali, sulla Calabria, con raffiche fino a tempesta sui settori ionici, su Campania, Basilicata, Sardegna e Puglia. Forti mareggiate saranno possibili lungo le coste esposte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: