I primi 100 giorni del Governo Monti. Risparmiati 43 milioni di euro

La presidenza del Consiglio ha risparmiato nei primi 100 giorni di governo oltre 43 milioni di euro. E’ quanto emerge dal dossier sui primi 100 giorni dell’attività dell’esecutivo. I risparmi riguardano personale trasporti aerei e automezzi. Significativa la riduzione del 92% dei voli di Stato. Nel dossier si spiegano, infatti, nel dettaglio i risparmi.”Meno spese – si legge – per quanto riguarda il personale, i trasporti aerei e gli automezzi. Nei primi 100 giorni sono state conseguite diverse riduzioni dei costi: 4 milioni di euro per i dipendenti nelle strutture generali stabili (blocco del turnover, congelamento dei contratti, pensionamenti); 12,2 milioni di euro per gli uffici di diretta collaborazione relativi al presidente, ai ministri senza portafoglio ed ai sottosegretari. In questi uffici si registra una riduzione di 241 unità in termini di personale addetto; 2,3 milioni di euro per le strutture di missione, con una riduzione di 51 unità di personale; 750 mila euro per esperti e consulenti, il cui numero complessivo è diminuito di 99 unità. “Per quanto riguarda i trasporti aerei di Stato – si conclude – c’é stata una contrazione significativa dei voli pari al 92%, con un risparmio complessivo di 23,5 milioni. Infine, nel servizio automezzi il risparmio ammonta a circa 270 mila euro, su base annua. “Il governo in questi 100 giorni ha messo il massimo sforzo per dare attuazione agli impegni con l’Europa”. Lo si legge nel dossier dell’esecutivo. “Tra questi – prosegue – in particolare il raggiungimento del pareggio nel 2013 come da impegni presi dal precedente esecutivo. Il governo inoltre sta mettendo in atto un ampio piano di riforme strutturali, a partire dal mercato del lavoro. Una strategia che mira a trasformare l’Italia da paese in emergenza a modello per uscire dalla crisi dell’eurozona”. “La competitività del sistema Paese aumenta soprattutto grazie alla concorrenza. Per questo il governo ha varato una serie di misure per aprire il mercato con l’obiettivo di abbattere i privilegi e garantire maggior crescita”. Lo si legge nel dossier del governo sui primi 100 giorni dell’esecutivo. ” Le liberalizzazioni – si legge ancora – incidendo in modo diretto sulle politiche aziendali delle imprese sono in grado di determinare una sensibile riduzione dei prezzi, con vantaggi evidenti per i consumatori”. Nei primi 100 giorni di governo sono ” ripartite le opere infrastrutturali” con “risorse per 20 miliardi”. Lo si legge nel dossier sui primi 100 giorni dell’attività di governo. Le opere riguardano principalmente le metropolitane delle grandi città, le reti idriche del Mezzogiorno e altre opere nel settore ferroviario e autostradale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: