Tagliare i costi della logistica in Italia

Il maggior costo della logistica italiana è causato dalle carenze di infrastrutture e dalle tante inefficienze che si possono ridurre attraverso il Piano della Logistica. Anche di questo si è discusso nel corso dell’incontro tra le parti sociali e il presidente Silvio Berlusconi che si è tenuto all’inizio del mese di agosto. Un’esigenza ribadita anche dal Presidente della Confcommercio, Carlo Sangalli, che ha fatto un riferimento esplicito all’esigenza di tagliare i 40 miliardi dell’inefficienza logistica nel corso dell’Assemblea di Confcommercio; riferimenti analoghi sono emersi anche nel documento delle Parti sociali.

L’impegno della Consulta per la Logistica
Il 6 Settembre a Roma ci sarà un incontro organizzato dal sottosegretario ai Trasporti (e presidente della Consulta per la Logistica) Bartolomeo Giachino a cui parteciperà una delegazione della FAI Sicilia. Nel corso dell’incontro saranno presentati quattro studi predisposti da diversi Istituti (Politecnico di Torino- ISPI, Università di Genova- Cieli, D’Apollonia e da Ernst & Young), relativi ai seguenti ambiti: combinato ferroviario e aereo; combinato marittimo; progetti di filiera (agroalimentare, distribuzione urbana delle merci, automotive etc.); rapporto di sintesi delle politiche territoriali e delle carenze logistiche nelle Aree del Paese.
Nel corso dell’incontro verrà fatto il punto sullo stato di attuazione di alcune azioni del Piano della Logistica e in particolare su: sportello unico doganale, disciplina dei tempi di attesa al carico e allo scarico, riforma delle autorità portuali e la riforma degli interporti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: